Il più bel “silenzio” non fu mai scritto

Il silenzio nella coppia sembra essere il sintomo di una relazione giunta a capolinea ma c’è silenzio e silenzio. Oltre al silenzio carico di ostilità e di indifferenza c’è, per esempio, il silenzio pieno di ammirazione o carico di passione. Sembra dunque che il silenzio nella coppia non sia solo un sintomo preoccupante. Tra le coppie silenziose spicca quella di Maria e Giuseppe, che mai, stando alla testimonianza dei vangeli, si rivolgono direttamente la parola. E tuttavia, questo fatto curioso lascia intuire un tipo di silenzio spesso sconosciuto e comunque raro nella vita di coppia. C’è dunque un segreto che Maria e Giuseppe lasciano trapelare. Il segreto è che l’intesa di coppia non si regge sulle sole parole e gesti che ci si scambia, ma necessità anche e soprattutto del silenzio. In ogni linguaggio il silenzio tra le parole è condizione che permette di comprendere il discorso. Giuseppe e Maria, in modo del tutto speciale fino a sembrar strano, ricordano che il silenzio è il grembo in cui cresce l’intesa di coppia. I silenzi di Maria e Giuseppe non sono vuoti. Quello di Giuseppe è raggiunto da messaggi divini che illuminano le sue scelte, come si legge nel Vangelo di Matteo: Gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo. Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati”. Il silenzio di Maria è ricco di pensieri interiori che le sorgono meditando su ciò che avviene nella sua vita personale e familiare: Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. Entrambi vivono il silenzio non come spazio in cui rinchiudersi, non come un muro alzato contro l’intromettersi dell’altro ma come tempo della relazione con Dio. La relazione con Dio, che potremmo chiamare preghiera, sta alla radice dell’impresa di coppia. Ad essa si deve il realizzarsi del loro sogno originario di divenir una cosa sola.

2 commenti su “Il più bel “silenzio” non fu mai scritto

  1. a parte il bellissimo esempio di cui parli, penso che il silenzio nella coppia sia importante come il saper ascoltare l\’altro..
    purtroppo nella maggioranza dei casi, in una coppia il silenzio e\’ sintomo di decadenza affetttiva, di isolamento, di perduta comunicazione..
    eppure i silenzi quanto sono belli quando colmi di affetto, di riflessione e per chi crede di preghiera…
    anch\’io ti ricordo marino e aggiungo con tanta stima e affetto…
    un forte abbraccio
    sciao ragasso!
    (se senti elettra salutamela tanto)

  2. ciao! non so se hai potuto leggere i post precedenti del mio blog, ma ho il pc di casa fuori uso, quindi faccio tutto in fretta dal lavoro! in più non sto granchè bene di salute, nulla di grave…
    spero di potermi rifare presto!
    un salutone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...