L’amore illumina anche quando viene ferito.

Alberoni scrive oggi sul Corriere così:
 
"Per capire, per scoprire bisogna amare. Non puoi suonare, non puoi comporre musica se non sei affascinato dalle note, se la musica non costituisce per te qualcosa di essenziale. […]
Quante infinite sfumature del bello vede una madre nel suo bambino, l’uomo nella donna di cui è innamorato. Conosce ogni centimetro della sua pelle, il significato di tutte le espressioni del suo viso, riconosce il suono dei suoi passi da lontano, il timbro della sua voce fra tutte. Ma non diciamo che l’amore è cieco? Sì lo diciamo, ma non è vero. […]
Ma per vivere non possiamo solo amare. Se ami vedi nell’altro solo ciò che ha di buono, mai la malvagità, il pericolo. Eppure anche per conoscere il nemico devi in qualche modo amarlo perché devi identificarti con lui, capire i suoi meccanismi mentali […]"
 
Prima mi è capitato di parlare in messenger con Don T. dell’Amore come Dono in riferimento di alcune letture domenicale: "L’Amore è farsi dono, e questo è il segreto della felicità."
Capendo questo, e provandolo, possiamo fare l’esperienza descritta da Alberoni, esperienza di Cristo e Dono di Dio su ciascuno di noi. Questo ci aiuterebbe a "maturare il dono dell’amore", nonostante le ferite che arrivano dalle persone che amiamo, perchè "l’Amore illumina anche quando ferisce."
 
Ps Oggi è sant’Agostino è il ricordo va ad un "vecchio" e "saggio" sacerdote scomparso poco tempo fa.

Tornato… ma con un pianeta in meno

Ciao a tutti i miei lettori!
Riprenderò il lavoro lunedì ma sono già qui a casa da quasi una settimana!
Oggi ho voluto scrivere perchè hanno appena annunciato i nuovi criteri per la "classificazione" del termine "pianeta", ebbene da ora in poi non ci saranno più nove corpi celesti nel sistema solare ma otto, infatti Plutone, pianeta scoperto nel 1930, è stato classificato come "pianeta nano" cioè non un proprio e vero pianeta. Prossimamente a questa categoria si andranno ad aggiungere gli altri "corpi" più lontani da Plutone che hanno il nome di Cerere, Caronte e «2003 UB313».
Da oggi quindi si cambia tutto dai libri di geografia, passando per gli atlanti astronomici fino all’astrologia (non si potrà più usare Plutone nelle varie case per determinare delle caratteristiche?)
 

Ferie!!!

Eh si… anche io vado in ferie.
Ho appena fino di lottare con una jsp bastarda
 
Ora mi aspettano due settimane di riposo: la prima in campagna nel mantovano, la seconda non so ancora se un mini-trekking o un po’ al mare.
 
Prima di partire, navigando su internet, ho trovato il mio nome in cinese (dopo aver scoperto di essere stato un merluzzo nell’anno mille dovrei essere passato anche per la cina)