Cavalieri solitario

Ogni mattina il cavalieri si trovava a percorre la strada che dal suo villaggio lo portava al maniero del re.
La stradina costeggiavo un ruscello che sulla sponda opposta aveva alberi e case che si specchiavano, quasi cercando di rimirare la loro bellezza, nelle placide acque chiare che scorrevano tranquille. La parte sud era invece più brulla e oltre alla via, dedicata alla cavalcatura, si perdeva in un bosco infinito, molto fitto, quasi che la luce facesse fatica a bucare i rami per far crescere dei fili d’erba, lasciando spazio solo a piccole felci, che qua e la, tapezzavano di verde il terreno di aghi.
Quella strada ogni mattina formava un paesaggio diverso. Un giorno, con il sole, l’acqua era calma e limpida senza corrente, liscia come una roccia levigata dalla cascata, in cui una luna piena tramontante illuminava una parte giocando a nascondino con gli alberi alti e rigogliosi e i comignoli delle case che sputacchiavano nuvole bianche, facendo pensare al calore della casa riscaldata in quell’inverno che, però, era meno rigido del solito.
Un altro giorno, invece, la nebbiolina che saliva dall’acqua ovattava tutto quello che circandava il sentiero. I ruomori dalla case erano quasi sussurri, il canto degli uccelli nella foresta quasi melodie suonate in altri e remoti paese. Il bianco colore copriva e sbiadiva il paesaggio e quasi, coprendo ogni fattore esterno, lasciava trapelare pensieri profondi spoglianod il cavaliere, nell’intimità del paesaggio, della dura corazza interiore.
In primavera un glicine si specchia sull’acqua increspata da una leggera brezza. Il lilla, il violaceo e il bianco si univano e all’azzurro del cielo portando armonia e gioia inebriante del dolce sapore profumato della fioritura diffuso nell’aria.
A volte la sera giungeva prima del passaggio sul ponte e la luna si tuffava con i suoi raggi riflettendosi e illuminando dal basso alcuni salici riposanti in attesa di una folata che li risvegli dal loro torpore.

3 commenti su “Cavalieri solitario

  1. tesoro… il punto è che non è mai successo
    nullaaaaaaaaaaaa… ahahah mi chiedo se solo fossi andata a berci un
    caffè…?? ;)
    Comunque anche se sintetizzato al massimo..condivido quello che
    hai detto.. Noi magari stiamo a rimestare il torrone per più tempo, ma
    quando decidiamo è definitivo.. mentre l\’uomo a volte si convince che
    deve farlo.. e lo fa costi quel che costi.. solo perchè lo ha deciso..
    Pazienza.. lo sostengo da una vita che uomini e donne non sono
    fatti per stare insieme.. (non per criticare chi sai tu ovviamente ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...