Incontro 18 novembre

LA SCELTA DELL’ATTESA

 

Dal Vangelo di Matteo

Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. Gesù disse loro: «Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata».

            Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: «Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo».

Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.( Mt 24, 1-14. 29-31. 42)

 

Subito dopo la tribolazione di quei giorni,il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce,gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte.

            Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.

            Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.

 

 

 

Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.

 

Vegliate, dunque, perché il Signore verrà all’improvviso …

Verrà con gli occhi di un bambino da aiutare, verrà con il cuore dell’amica da consolare … ma il tuo Signore verrà.

 

Verrà con il desiderio buono di pregare, chiamandoti al silenzio, ad una solitudine passeggera come oasi rinfrescante per riprendere il cammino nel caldo deserto del quotidiano.

Verrà come mano fiduciosa posata sulla tua spalla, quando tua madre o l’insegnante ti incoraggiano ad andare avanti.

 

Attendilo, tieni gli occhi aperti … il Signore è lì quando soffri, sta soffrendo con te, nel tuo cuore … è in chi ti spinge ad affrontare i problemi che non mancano.

 

E’ in ogni gesto d’amore vissuto per Lui. Attendere significa allora tenere sveglio il cuore, pregare, leggere la Parola, viverla con amore per Dio e quindi per tutti i Suoi figli.

 

“In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata”. Tutto scappa, solo Dio con questo Suo infinito Amore rimane a colorare i giorni presenti, che iniziano l’eternità. Perché il Suo Regno è qui, non va cercato lontano, è in te che decidi di accoglierLo e allargare il tuo cuore agli infiniti spazi della carità.

“Il regno di Dio è in mezzo a voi!”. (Lc 17,21).

 

Affidati a Dio quando essere cristiano/a diventa scomodo e compromettente. Non lasciarti sviare da superstizioni vuote.

E lascia che Dio alimenti sempre la fiamma del Suo Amore per te, così che tu possa risponderGli con gratitudine. “L’amore di molti si raffredderà”. L’annuncio e la testimonianza del Vangelo del Regno vanno curati “sino alla fine”.

 

“Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà”. Dall’incontro quotidiano quaggiù nasce l’incontro che non avrà fine. (Sr. Sonia)

 

 

Preghiera

Signore Gesù, con tutta la Chiesa anche noi

viviamo nell’attesa della Tua visita definitiva!

 

Aspettiamo un Regno che supera ogni nostro desiderio

e ogni nostra capacità di immaginarlo.

 

Fa’ che non perdiamo la fede

a causa delle vicende che scuotono il mondo.

 

E quando saremo chiamati

per entrare con Te nel regno di Dio, fa’ che siamo pronti a venire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...