Intro alla settimana di preghiera per l’unita dei cristiani

In questo periodo di forti contrasti, ultimo la "rivolta" di alcuni docenti della Sapienza nei confronti della visita del Papa per inaugurare l’anno accademico, credo che pregare perché l’unità inizi dal Nucleo Centrale della nostra vita sia importante. Il centro di tutto deve essere Cristo e quindi credo che sia doveroso pregare perché l’unione parta dalla nostra Chiesa e con le altre Chiese possa cambiare la mentalità di questo mondo che tende a dividere tutto, come Scienza e Fede, che, come avrebbe voluto dire il Papa sono tutte e due alla ricerca della Verità, tanto più che se questa Verità potrebbe coincidere, come mi capitò di leggere tempo fa ma non rammento però l’autore di questo pensiero.
 
Per chi vorrà leggere e riflettere ogni giorno posterò i riferimenti delle letture, un commento e una preghiera.
 
Qui di seguito l’introduzione a questa settimana di Valdman Traian – Vicario eparchiale ortodosso romeno d’Italia, presidente del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano.
 
 

Nella settimana dal 18 al 25 gennaio  le Chiese del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (CCCM) si situano in comunione con quanti pregano per l’unità visibile dei cristiani nella Chiesa che nel Credo niceno – costantinopolitano confessiamo "Una".

Il tema della Settimana 2008, "Pregate continuamente", è preso dalla prima lettera di san Paolo ai Tessalonicesi (5, 12-18). Nella settimana di preghiera per l’unità della Chiesa siamo esortati a pregare continuamente. L’espressione sta tra l’esortazione di "vivere in pace"" e la considerazione secondo cui Dio vuole che noi viviamo "uniti a Gesù Cristo". Ne risulta che la mancanza della pace manifestata anche dalle disunioni esistenti tra i cristiani di diverse tradizioni può trovare la soluzione soltanto nell’unione con Gesù Cristo, il fondamento dell’unità della Chiesa. Sebbene l’unità non può essere opera nostra ma di Dio Trino, da parte nostra si chiede la disponibilità di ricevere il dono dell’unità che ci viene dallo Spirito Santo, Spirito di comunione. E lo Spirito Santo scende il giorno della pentecoste su una comunità che prega. 

Ecco perché la preghiera è il mezzo più efficace per l’unità della Chiesa. Mentre preghiamo non siamo soli, ma con il Signore Gesù Cristo che è in mezzo a quanti pregano nel suo nome. E l’unità di ogni cristiano, di ogni comunità, di ogni Chiesa con Cristo coincide con l’unità di ognuno con quanti sono uniti a Cristo. Ecco perché l’ecumenismo non è una nuova nota della Chiesa, bensì è al servizio delle note dell’unità, della santità, della cattolicità e della apostolicità.

La preghiera esprime il modo di essere del cristiano, cioè in comunione con Dio. Evagrio la considera conversazione con Dio. Macario l’Egiziano indica la preghiera del cuore, che per il contributo di Diadoco di Foticea e di Giovanni Climaco diventa "preghiera di Gesù". Di ispirazione biblica, la preghiera di Gesù è molto breve: "Signore, Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore". Essa diventa prassi comune nel mondo monastico orientale e oggi viene praticata da molti cristiani ortodossi, abbinata alla vita sacramentale, come preghiera incessante, continua. Ripetuta senza tregua essa difende la mente da ogni divagazione e fa crescere nell’amore e nel desiderio di Dio. La preghiera diventata continua, non è più un cercare Dio ma un essere già trovati da lui, mentre l’orante diventa preghiera.

Preghiamo affinché ci sia dato a tutti i battezzati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo il dono della preghiera per l’unità della Chiesa, in comunione con Cristo stesso che invoca il Padre affinché "tutti siano uno". 
Preghiamo continuamente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...