Quarto Giorno – Pregate sempre per la giustizia

Pregate sempre per la giustizia
"Non vendicatevi contro chi vi fa del male, ma cercate sempre di fare il bene tra voi e con tutti" (1 Ts 5, 15)
 
Letture:
Esodo 3, 1-12 Dio ascolta il lamento degli Israeliti
Salmo 146(145) Il Signore […] difende la causa dei perseguitati
1 Tessalonicesi 5, 12a.13b-18 Non vendicatevi contro chi vi fa del male
Matteo 5, 38-42 Non vendicatevi contro chi vi fa del male
 
 
Commento:

    Insieme, come popolo di Dio, siamo chiamati a pregare per la giustizia. Dio ascolta il grido degli oppressi, dei bisognosi, dell’orfano e della vedova. Dio è un Dio di giustizia e offre la risposta in Gesù Cristo, Suo Figlio, che ci ammonisce a lavorare insieme, in unità, nella pace e non con la violenza. Anche Paolo enfatizza questo con le parole: "Non vendicatevi contro chi vi fa del male, ma cercate sempre di fare il bene fra voi e con tutti".

    I cristiani pregano incessantemente per la giustizia, perché ogni singola persona venga trattata con dignità e riceva ciò che gli è dovuto, secondo giustizia, in questo mondo. Negli Stati Uniti d’America, l’ingiustizia della schiavitù degli Africani è terminata solo con una sanguinosa guerra civile, seguita da un secolo di razzismo, suffragato anche dallo stato. Persino le chiese erano divise secondo il colore della pelle. Tristemente, il razzismo e altre forme di intolleranza, come la paura per lo straniero, sono ancora lente a scomparire nella vita americana.

    Eppure è stato attraverso gli sforzi delle chiese, soprattutto quelle afro-americane e i loro partner ecumenici, e massimamente attraverso la resistenza non violenta del Reverendo Dottor Martin Luther King, Jr., che i diritti civili furono custoditi come un tesoro di tutti nella vita americana. La sua ferma e profonda convinzione che solo l’amore ad imitazione di Cristo può realmente vincere l’odio e trasformare la società, continua ad ispirare i cristiani, e li attira a lavorare insieme per la giustizia. Il giorno della nascita di Martin Luther King è festa nazionale negli Stati Uniti. Ogni anno questo anniversario ricorre in prossimità della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

    Dio ascoltò e rispose al grido degli Israeliti. Dio continua ad ascoltare e rispondere oggi al pianto di quanti sono oppressi. Gesù ci ricorda che la giustizia di Dio è incarnata nella sua stessa volontà di sacrificare la propria natura, il proprio potere, il proprio prestigio e la sua stessa vita per portare al nostro mondo la giustizia e la riconciliazione, attraverso cui tutti gli esseri umani sono trattati da eguali in valore e dignità.

    Solo ascoltando e rispondendo al pianto degli oppressi possiamo camminare insieme nella strada verso l’unità. Questo si applica anche al Movimento ecumenico, laddove ci venga chiesto di andare "per due chilometri" oltre nella nostra disponibilità ad ascoltarci, ad abbandonare il proposito di vendetta, ad agire in carità.

Preghiera:

Signore Dio,
Tu hai creato l’umanità, maschio e femmina ad immagine divina.
Noi ti preghiamo continuamente, con un’unica mente e un unico cuore,
affinché coloro che sono affamati in questo mondo possano essere nutriti,

coloro che sono oppressi possano essere liberati,
che tutte le persone possano essere trattate con la stessa dignità,
e che noi possiamo essere tuoi strumenti nel rendere questo desiderio una realtà.
Te lo chiediamo nel nome di Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...